La nostra scuola è leader di 2 Erasmus+, progetti di scambio transnazionali che coinvolgeranno studenti di mezza Europa.

Il nostro istituto, nel corrente anno scolastico, si è aggiudicato ben due progetti Erasmus Plus, Azione Chiave 2, ossia Partenariati Strategici per lo Scambio di Buone Pratiche: si tratta di programmi di scambio transnazionali che vedranno coinvolti per parte italiana di un gran numero di studenti dell’IPSIA, del Liceo Scientifico e dell’Istituto Tecnico Economico.

In un mondo in rapida e continua evoluzione, termini chiave del successo formativo sono senza dubbio la comunicazione, la collaborazione, la cittadinanza attiva, le competenze interculturali, la creatività e il pensiero critico. I programmi Erasmus Plus, che in Italia sono patrocinati dall’Agenzia Nazionale INDIRE unitamente al Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, favoriscono e promuovono tutte le iniziative che contribuiscono allo sviluppo di società più inclusive e coese, che consentano ai cittadini di assumere un ruolo proattivo nella vita democratica. Obiettivo cardine dell’Agenda 2020 è coinvolgere i settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport affinché diventino protagonisti dei cambiamenti socio-economici, ovvero di quelle sfide chiave di cui l’Europa si sta già occupando e che la attendono nel prossimo decennio, per sostenere l’attuazione dell’Agenda politica europea per la crescita, l’occupazione, l’equità e l’inclusione sociale.

Per conseguire questi obiettivi, gli strumenti disponibili devono essere in grado di rispondere a nuovi fenomeni come l’internazionalizzazione dell’istruzione attraverso un uso sempre più consapevole della lingua inglese e il crescente uso dell’apprendimento digitale; è fondamentale, quindi, sostenere la creazione di percorsi flessibili di apprendimento in linea con le necessità e gli obiettivi degli studenti.

Fulcro di entrambi i progetti Erasmus+ del Mattioli di San Salvo è il potenziamento e la spendibilità delle competenze scientifiche e tecnologiche, attraverso un’ampia gamma di attività STEM/STEAM, conferenze e contatti diretti con le scuole partner grazie ai forum eTwinning e alle mobilità: dalla Turchia al Portogallo, passando per Bulgaria, Macedonia, Polonia, Austria e Italia. Abbiamo l’ambizione di costruire ponti di comunicazione tra i popoli, accrescere la sensibilità e l’impegno per la salvaguardia dell’ambiente, combattere fenomeni di discriminazione ed emarginazione, promuovere la cultura dell’inclusione, dell’accoglienza e della condivisione, sviluppare le competenze del XXI secolo. Vogliamo creare alleanze per la conoscenza tra gli istituti d’istruzione superiore e le imprese che promuovano l’innovazione, l’imprenditorialità, la creatività, l’occupabilità, lo scambio di conoscenze e/o l’insegnamento e l’apprendimento multidisciplinari per garantire ai nostri giovani opportunità lavorative o vocazionali più mirate e oggettive.

Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Associazione LKL di Vasto, 6 dei nostri studenti del 5° anno del Liceo Scientifico, accompagnati da un docente, parteciperanno durante le vacanze natalizie ad un altro tipo di mobilità Erasmus+, lo Youth Exchange.

Gli scambi di giovani permettono loro di sviluppare competenze, venire a conoscenza di argomenti/aree tematiche socialmente pertinenti, scoprire nuove culture, abitudini e stili di vita, soprattutto attraverso l’apprendimento tra pari. I partecipanti, con l’aiuto del group leader portano a termine congiuntamente un programma di lavoro (una combinazione di seminari, esercitazioni, dibattiti, giochi di ruolo, simulazioni) da loro progettato e preparato prima dello scambio.

La preziosità e la ricchezza di questi programmi sta nella qualità dell’offerta formativa: un investimento in conoscenza, abilità e competenze che porterà benefici ai singoli, alle istituzioni, alle organizzazioni e alla società nel suo complesso contribuendo alla crescita e garantendo l’equità, la prosperità e l’inclusione sociale in Italia, in Europa e in altri paesi.

Buon Erasmus+ a tutti noi, cittadini d’Europa!