Non perde colpi il progetto Erasmus che il nostro istituto coordina in mezzo alle difficoltà imposte dalla pandemia.

Lunedì 1 marzo si è svolto il webinar “From traditional to renewable energy: the local and european revolution”, organizzato dalla nostra scuola in collaborazione con Europe Direct e l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti nell’ambito delle attività comprese nel progetto “Scientific Concepts In The Production Of Sustainable Energy KA2 Erasmus+”, di cui il nostro Istituto è coordinatore.

Hanno partecipato all’incontro, tenutosi interamente in lingua inglese, diversi studenti e docenti di scuole estere: Bulgaria, Nord Macedonia, Turchia e Portogallo. I relatori, i professori Piero Di Carlo e Sergio Moltelpare, hanno illustrato e analizzato, attraverso la presentazione di numerose slide, diversi aspetti della problematica e hanno risposto alle curiosità di noi studenti.

La prima mobilità di questo progetto doveva svolgersi esattamente un anno fa, dal 1 al 7 marzo, ma a causa della pandemia è stata sospesa. Nonostante questo, il programma è stato mantenuto vivo con incontri internazionali online, attraverso il coinvolgimento di noi studenti in una serie di attività che hanno promosso quello che si definisce sviluppo di energia intellettuale sostenibile: si è riflettuto sugli effetti sociali, psicologici e umani del Covid-19 sui nostri stili di vita producendo diversi contenuti multimediali. Dopo questa prima parte, visto il perdurare dello stato di emergenza, si è continuato a lavorare sugli aspetti scientifici della pandemia e sui suoi rapporti con l’ambiente, il clima, l’ecosistema attraverso workshop internazionali online tra gli studenti di ciascuna scuola partner.

Il webinar di lunedì 1 marzo può essere considerato, da un lato, la conclusione di un percorso fatto insieme per mantenere vivo il nostro progetto e, dall’altro, l’inizio di una nuova fase grazie alle riflessioni proposte dai relatori. Durante l’incontro si è parlato di argomenti molto attuali come la lotta al cambiamento climatico tramite le energie rinnovabili e dei vari problemi causati dall’inquinamento quotidianamente.

Secondo l’International Energy Agency, per rinnovabili si intendono tutte quelle energie che derivano da processi naturali che si ripetono costantemente nel tempo. Si manifestano sotto varie forme: direttamente dal sole, dal calore generato dal nucleo terrestre, dal movimento dell’acqua e dell’aria, ed infine dalle biomasse che contribuiscono a ridurre la dipendenza dai combustibili fossili.

Infine, nel corso del webinar si è approfondito il “European Green Deal Investment Plan” i cui obiettivi sono:

> diventare climate-neutral entro il 2050;

> proteggere umani, animali e piante riducendo l’inquinamento;

> fare in modo che le aziende diventino leader nella produzione di tecnologie ecosostenibili ed aiutare a garantire una giusta e inclusiva transizione.

 

Come dice il grande scrittore americano Ernest Hemingway “La terra è un bel posto e vale la pena lottare per lei”.

 

Francesca Di Fabio e Luigi Di Pietro