Una struttura che può (e deve) rappresentare una grande opportunità per l’intera comunità

Il teatro, dal greco ϑέατρον ovvero guardare, essere spettatori, è un edificio adibito a opere drammatiche e musicali, balli e spettacoli di varietà.

La città di San Salvo ne possiede uno situato in Piazza Aldo Moro. L’edificazione, iniziata nel 2007, si era in un primo momento interrotta per problemi con la ditta a cui era stata affidata la costruzione. Successivamente, mediante un secondo appalto, i lavori sono ricominciati, per poi interrompersi qualche anno dopo, ma questa volta senza un effettivo ed esplicito motivo.

Dunque, non sappiamo se la struttura sia stata abbandonata per problemi burocratici, politici o economici; ma ciò di cui siamo certe è che, per la nostra città, potrebbe rappresentare una grande opportunità dal punto di vista culturale, economico e turistico. Come riuscirebbe a diventarlo?

Innanzitutto, in ambito culturale mirerebbe ad essere un’occasione per coltivare la passione per la recitazione rimanendo nella propria città, soprattutto per i giovani alle prime armi, e perché no, scoprire e far emergere nuovi talenti. In secondo luogo, rappresenterebbe un importante punto di aggregazione per tutti i sansalvesi, concorrendo a creare un nuovo dinamismo cittadino. Un altro aspetto da non sottovalutare è che la tradizione teatrale, che sia vissuta da attore o spettatore, si sta via via affievolendo a causa di nuovi spunti ricreativi che sorgono anche grazie all’impiego delle tecnologie. Una rivitalizzazione di questo teatro aggiungerebbe un passatempo alternativo alla monotonia di molte giornate.

Sicuramente, sul piano economico e turistico, una struttura di tale portata porterebbe degli introiti che andrebbero a bilanciare le ingenti somme spese per l’avviamento dei lavori e la costruzione della struttura, non andando così a vanificare la grande macchina lavorativa che si era venuta a creare. In stretta correlazione a tutto ciò, ci sarebbe il raggiungimento di una certa fama, un’impresa che un teatro di tale fattura conseguirebbe nel giro di pochissimo tempo, facendo aumentare le visite dai paesi e dalle regioni limitrofi. 

In conclusione, ci auguriamo che questo progetto ormai archiviato, possa rivedere la luce che merita, portando così a termine un progetto con una delle più fruttuose prospettive nel panorama dell’offerta del territorio della città di San Salvo.

Alessia Laudadio e Sara Paganelli

Bibliografia:

·       www.piazzarossetti.it

·       www.zonalocale.it

·       www.sansalvo.net

·       www.treccani.it