Cogliamo le opportunità offerte dai progetti Erasmus per tornare a conoscere di persona nuovi studenti e altri paesi.

Il 15 ottobre, in occasione dell’Erasmus Day, studenti e docenti del Liceo Scientifico, dell’Istituto Tecnico Economico e dell’IPSIA si sono presi un momento di riflessione e confronto per discutere sulle opportunità che offrono i progetti Erasmus.

Dal costruttivo scambio di pensieri è emerso che, in un mondo in rapida e continua evoluzione, i programmi Erasmus Plus rappresentano la chiave d’accesso per tutte quelle iniziative che contribuiscono allo sviluppo di società più inclusive e coese, favorendo e promuovendo la comunicazione, la collaborazione, le competenze interculturali e la creatività.

È stato constatato come neppure la difficile emergenza sanitaria sia riuscita a spegnere la volontà di intraprendere questi percorsi formativi: come ricordato, non sono infatti mancati i molteplici Webinar e un’ampia gamma di attività quali conferenze e contatti diretti con le scuole partner mediante forum eTwinning. Ma ora che si può tornare a viaggiare, la voglia di conoscere dal vivo gli studenti delle altre nazioni è davvero tanta poiché dietro un semplice schermo costruire un vero e proprio ponte di comunicazione tra i popoli è un’impresa piuttosto complessa.

Inoltre è stata posta l’attenzione sulla preziosità e la ricchezza di questi programmi in merito allo sviluppo di nuove competenze, quali la scoperta di nuove culture, abitudini e stili di vita, soprattutto attraverso l’apprendimento tra pari. È chiaro che fra gli studenti del Mattioli si accresce notevolmente il desiderio di poter finalmente realizzare e concretizzare il raggiungimento di tali obiettivi, nella speranza che avvenga tutto il più presto possibile e in totale sicurezza.

Valeria Presenza 5A LS